“Sono arrivati i carri armati e i militari USA a Città Sant’Angelo…” E allora?

Lettura in 2 minuti

Di Luca Romagnoli.

Cari camerati cerchiamo di non essere proprio Noi i primi a rilanciare messaggi allarmistici. Questa vicenda è già piuttosto anomala nelle sue dimensioni, nelle sue criticità etc. Atteniamoci alla prudenza, riposiamoci per quel che si può dalla “normalità” delle nostre funzioni. E godiamoci un po’ la famiglia e la cultura: soprattutto nazionale. Siamo certi che questa esperienza insegni a tutti l’importanza e la giustezza dei nostri valori e della nostra capacità di immaginare meritocrazia, gerarchie, organizzazione e socialità.
Oggi la società italiana ed europea paga un conto sul quale per anni, già come Fiamma, ho e abbiamo avvisato e predicato.
Il “bello” della globalizzazione omnicomprensiva che hanno imposto alle nostre società, oggi si confronta con le possibilità negate alle comunità nazionali di organizzare e gestire produzioni strategiche e adottare modelli sociali (emblematico esempio la Sanità che tutti i Partiti, invero eccetto noi e i Comunisti Italiani, hanno voluto disarticolare, “alleggerire” privatizzare), e industriali (delocalizzazione, dismissioni produttive, privatizzazione delle infrastrutture pubbliche etc.), esiziali per l’Italia.
A fronte di questi errori (ma anche degli interessi di chi su queste politiche si è arricchito e ha fatto carriera, anche politica), paghiamo e pagheremo conseguenze economiche importanti per un po’.
Ma noi siamo l’Italia, siamo gli eredi della stupenda civiltá che fino al rinascimento ha fatto da modello e invidia al mondo e, se anche sono passati decenni o secoli dai nostri migliori successi in tutti i campi, abbiamo nel DNA di tanti di noi quelle origini e quella forza.
Queste, insieme alle coscenze, dobbiamo non solo vantare, non solo risvegliare, ma nutrire e fortificare per la nostra discendenza, per la nostra, eredità, per l’unica certezza di successo che ha sempre garantito la nostra continuità ideale.
Avanti Italia.
Luca (per diversi, spero ancora il Segretario)

la tua privacy è importante

Questo sito utilizza cookie tecnici e servizi di terze parti che utilizzano cookies analitici e di profilazione per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando su “ACCETTO” presti il tuo consenso all’utilizzo di tutti i cookie e servizi. Per saperne di più, revocare il consenso o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, clicca su informativa estesa sui cookie.  Se decidi di mantenere disabilitati i cookie, nessun cookie (oltre a quelli tecnici) verrà installato, ma alcune funzionalità del sito potrebbero non funzionare.