Destra Sociale non si ferma mai

Lettura in 2 minuti

Destra Sociale non si ferma mai.
Il 10 Agosto a Zagarolo si è svolto un incontro programmatico in vista delle elezioni comunali e dell’organizzazione della Destra Sociale in FdI sul territorio.
Hanno partecipato:
Lamberto Iacobelli
Coord. Naz. Destra Sociale in FdI
Cav. Mario Procaccini
Resp. Dipartimento Sicurezza Destra Sociale Prov. di Roma
Dott. Adolfo Crisafulli
Coord. Destra Sociale Zagarolo
Giacomo Buttinelli
Coord. Destra Sociale Labico
ed altri militanti del territorio che, con entusiasmo, hanno partecipato al dibattito confrontandosi sul relativo posizionamento alle elezioni di Settembre in cui verrà rinnovata l’amministrazione Comunale di Zagarolo.
Molte sono state le proposte per migliorare il territorio e soprattutto il rapporto Ente/Cittadino, che, allo stato attuale, risulta sfilacciato nelle sue funzioni fondamentali.
Interessante e di fattibilità immediata la proposta del Cav. Mario Procaccini per una serie di interventi diffusi sul territorio tesi ad intensificare la percezione della sicurezza.
Attenta e puntuale è giunta dal Dott. Adolfo Crisafulli l’analisi sul degrado sociale che negli ultimi anni, a seguito di una scarsissima attenzione su questo dilagante fenomeno, sembra essere inarrestabile e che va arginato con interventi pronti ed efficaci.
Approvata da tutti i presenti la proposta di Giacomo Buttinelli di organizzare a Labico un evento incentrato su un tavolo laboratorio che elabori idee e progetti per far rivivere i centri storici a rischio desertificazione.
Con grande soddisfazione per la partecipazione e la qualità degli interventi, il Coord. Naz. Lamberto Iacobelli, oltre a ringraziare tutti i partecipanti, ha tracciato le linee guida entro le quali, l’associazione Destra Sociale federata a FdI si attiverà in questa campagna elettorale, ovviamente mettendo in primo piano quelle tematiche sociali che da sempre rappresentano principi fondamentali ed irrinunciabili del movimento che persegue lo sviluppo armonico del territorio nel rispetto della propria natura paesaggistica nonché delle sue tradizioni, della propria cultura, di quei segni artistici che raccontano di una manualità creativa nel produrre non solo cose ma complementi di vita.
Prioritaria inoltre sarà la tutela dei prodotti tipici locali che dovranno essere considerati volano economico con cui sviluppare nuove opportunità di lavoro.
Questi in estrema sintesi gli argomenti trattati e che saranno approfonditi al prossimo incontro fissato per fine mese.
…La marcia è appena iniziata…
Sempre Avanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


la tua privacy è importante

Questo sito utilizza cookie tecnici e servizi di terze parti che utilizzano cookies analitici e di profilazione per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando su “ACCETTO” presti il tuo consenso all’utilizzo di tutti i cookie e servizi. Per saperne di più, revocare il consenso o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, clicca su informativa estesa sui cookie.  Se decidi di mantenere disabilitati i cookie, nessun cookie (oltre a quelli tecnici) verrà installato, ma alcune funzionalità del sito potrebbero non funzionare.