Canzoni stonate

Lettura in < 1 minuto

I soliti cantastorie e strimpellatori di corte hanno deciso di esternare il proprio dissenso (solo nei salotti buoni) alle misure restringenti del Governo, misure che impediranno a loro, come a gran parte dei lavoratori di tutte le categorie, di svolgere le attività in modo proficuo. Ma questi artisti (almeno buona parte di loro) non sono poi gli stessi che hanno sostenuto questo governo con i loro slogan?

Vincenzo Caravona,  Responsabile Circolo Provinciale “Beppe Niccolai – Destra Sociale Cosenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


la tua privacy è importante

Questo sito utilizza cookie tecnici e servizi di terze parti che utilizzano cookies analitici e di profilazione per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando su “ACCETTO” presti il tuo consenso all’utilizzo di tutti i cookie e servizi. Per saperne di più, revocare il consenso o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, clicca su informativa estesa sui cookie.  Se decidi di mantenere disabilitati i cookie, nessun cookie (oltre a quelli tecnici) verrà installato, ma alcune funzionalità del sito potrebbero non funzionare.