Nuovi sviluppi sul CETA ( Trattato Commerciale tra Europa e Canada ) .

Torniamo a parlare del Trattato  CETA .
Noi che da sempre siamo  fautori del   ” PRODOTTO IN ITALIA  ”  e da sempre sostenitori dell’agroalimentare a km zero  ( ampiamente dimostrabile ) apprezziamo la decisione presa  dal nuovo Governo,  Bocciare  il Trattato CETA.
Una notizia poco pubblicizzata mà di una importanza rilevante dal punto di vista politico.
Si dovranno rivedere ancora una volta le strane congiunzioni europee, poco ci importa se la Spagna è favorevole e lo sono quasi anche Francia Germania e Grecia.
Un trattato importantissimo visto che il precedente Governo  con un Bliz  in fine legislatura provò nell’approvazione.
IL CETA  ( Trattato commerciale tra Europa e Canada )  sarebbe stato  l’ennesimo grande regalo alle lobby industriali del settore  agroalimentare ,  un trattato i cui criteri di applicazione inferiscono ancor di più sul Prodotto italiano, una filiera già violentata da falsi prodotti spacciati per ITALIANI.
Le motivazioni del nostro NO sono rappresentate dal  trattamento intensivo a base di GLIFOSATO  nella raccolta del grano duro.
IL GLIFOSATO è un erbicida vietatissimo in Italia perchè accusato di essere cancerogeno ,  mentre in Canada viene usato in vasta scala, ecco perchè , commercializzare in Italia questo Grano adulterato chimicamente oltre a mettere a rischio la salute degli italiani , sarebbe venduto ad un prezzo molto ridotto,  creando una concorrenza sleale , una  situazione che andrebbe sicuramente a togliere ulteriori posti di lavoro alla filiera dell’ ottimo grano Italiano .
Compra Italiano.
Sergio ARDUINI       Fratelli d’ Italia  ,   Componente  Destra Sociale.