Lucania – RETE PROVINCIALE DISASTROSA !

RETE PROVINCIALE DISASTROSA !

In un quadro generale lucano, le carenti infrastrutture relative alla mobilità sul territorio, rendono la viabilità su strada alquanto disagevole, termine usato solamente come un eufemismo,
Le difficoltà ci sono in tutte macro zone della nostra regione.
Dal vulture-melfese al potentino centrale; dal lagonegrese -senisese all’alta val d’agri; dalla collina materana sino al metapontino.
Ogni area presenta le sue criticità, di non facile soluzione.
Per tutta una serie di ragioni: da quelle finanziarie alla incapacità della gestione stessa della rete viaria.
Ma pure alla mancanza di adeguato personale lungo tali arterie.
Per le strade provinciali in particolar modo, oggi paghiamo, tra le altre cose, la sciagurata politica del centrosinistra degli anni ottanta e novanta che ha voluto eliminare la figura dei cantonieri, che avevano un ruolo importante nella tenuta e nella perfetta efficienza delle sedi stradali. Che poi con i suoi  più di 1.500 chilometri risulta essere la rete stradale giornalmente più percorsa, fungendo da collegamento tra i trentuno comuni materani, ma anche con col resto dell’intera regione.
Concorsi a suo tempo banditi e espletatati per l’assunzione di cantonieri e operatori dei mezzi meccanici per la manutenzione delle strade, il personale prescelto fu poi utilizzato come supporto nelle scuole di competenza della Provincia. Insomma a fare altro.
Mai scelta fu più disastrosa di quella. Oggi ci troviamo senza controllo e senza controllori.
Ed una delle peggiori strade provinciali materane riguarda il tratto che dalla Val d’Agri, SS 598, raggiunge la Basentana, una quindicina di chilometri in tutto, fatti di curve strette e chiuse, di sede stradale che ha ceduto in moltissimi punti a causa della friabilità del terreno sottostante, e ponti che a causa della loro pericolosità hanno subìto restringimenti in più punti.
Cosi ché il traffico è consentito solamente agli automezzi di piccole dimensioni.
Camion, pullman e automezzi più pesanti, da quelli per il trasporto di persone e merci a quelli per la lavorazione dei campi devono, invece, fare un lungo percorso da e per la Basentana – Val d’Agri.
I lavori li vediamo fermi da tempo.
Chiediamo all’Amministrazione provinciale di Matera provincia  con questa nostra nota del perché i lavori non continuano.
Problemi tecnici, finanziari, altri motivi?
Per quanto tempo ancora disagi per automobilisti e operatori agricoli della zona
La Provincia si impegni con urgenza affinché tale arteria importantissima possa essere messa in sicurezza e percorribilità per tutta la sua lunghezza e per tutti quelli che sono costretti a frequentarla.
Altro scadente biglietto da visita per l’evento più importante per la nostra regione in questo anno 2019.

30/01/2019

Leonardo Rocco Tauro
Fratelli d’Italia