Frosinone – Polveri sottili

Purtroppo le famigerate polveri sottili PM 2,5 e PM 10  gravano sempre nell’ atmosfera cittadina, soprattutto nei mesi più freddi dell’ anno.
Un triste primato che condividiamo equamente con altri centri della provincia.
In questi giorni abbiamo letto  molti consigli su come comportarci quando gli sforamenti diventano davvero seri e dannosi alla salute .
Ottime soluzioni, ma appurato una volta per tutte che la gran parte di queste PM in atmosfera sono causati dal traffico urbano  ( meno di quanto sembra ) , dal traffico autostradale, dalle industrie e soprattutto  dall’ eccessivo riscaldamento negli edifici pubblici e privati non è pensabile cercare di risolvere seppur parzialmente la situazione  emettendo  ordinanze come giornate ecologiche , targhe alterne oppure creare zone ZTL.
Da sempre pensiamo che la Città si deve  munire del famoso sistema APA  ( ovvero Air Pollution Abatenunt )  conosciuto in Italia con il nome “macchinario mangia smog” , un macchinario dal costo non eccessivo da posizionare nei posti critici della Città.
Sono molte le cittadine, soprattutto nel nord Italia , dove questa innovazione stà riscuotendo grandissimi risultati.
Siamo sicuri che questa amministrazione, una volta accertatasi della verità di quando affermiamo, metterà in campo uno studio di fattibilità per far si che anche Frosinone si potrà munire di questo macchinario.
 Un macchinario che dovrebbero avere obbligatoriamente all’ interno dei propri siti produttivi tutte quelle industrie che emettono fumi in atmosfera e  sono tantissime in zona ASI e dintorni  .
Sergio ARDUINI       DESTRA SOCIALE  in  FRATELLI D’ITALIA – AN