Con fratelli d’Italia

(Articolo di Gabriele Maestri sul Comunicato di Romagnoli)

http://www.isimbolidelladiscordia.it/2015/04/la-destra-sociale-con-fratelli-ditalia.html


Di Luca Romagnoli
Unire per rilanciare una proposta politica che sia identitaria, sociale e nel solco della nostra tradizione e vocazione nazionale; questo l’intento nostro da sempre.

Lo abbiamo fatto per anni, e tanti, militando con passione nel MS Fiamma T.; abbiamo poi scelto di continuare a farlo con l’associazione Destra Sociale, liberandoci di qualche atteggiamento castrante e passatista (più di chi era “con noi” che nostro, in verità). Avevamo e abbiamo l’ambizione, di servire l’Italia, avevamo e abbiamo la volontà di interpretare e salvaguardare il patrimonio ideale e progettuale della nostra comunità. Avevamo, anche, la speranza di riuscire a contribuire in qualche modo a un’evoluzione culturale e “caratteriale” di parte del nostro mondo, parte senz’altro generosissima, ma poco pronta a recepire e poi veicolare le risposte alle sfide che un movimento politico deve saper approntare e contestualizzare. Abbiamo anche superato l’esperienza della Fiamma T., proprio con l’auspicio che la “destra” italiana meglio potesse cercare, e quindi ritrovare, un’unità d’azione, e magari una migliore unità e contemporaneità d’intenti. Volevamo progettare il futuro, mantenendo le radici. Oggi vogliamo continuare a farlo con Fratelli d’italia.

Le alleanze te le impongono le contingenze (elettorali, ma talvolta anche utili convergenze), le sudditanze sono un’altra questione e non ci hanno mai riguardato. Le convergenze sono invece fondanti. La coerenza si misura sulla proposta politica, sul progetto, sull’onestà: nessuno può contestarci nulla in proposito, così come sappiamo apprezzarle in ciò che ci circonda.

Oggi Fratelli d’Italia, e Giorgia Meloni che ben rappresenta una comunità politica con la quale abbiamo varie e tante sintonie, costituiscono la migliore speranza per ritrovare voglia di impegno politico e sociale. Voglia anche di condividere in un unico Partito i progetti e le idee che abbiamo dimostrato (con orgoglio e onestà, diciamolo, prima di altri), utili per l’Italia nostra, e che sono “sentiti” dalla nostra gente.

Di qui il nostro impegno per queste elezioni amministrative e regionali; di qui anche l’impegno di alcuni candidati della Destra Sociale nelle liste di FdI.

L’inizio di un percorso di condivisione progettuale e d’impegno, quindi, scevro da infantilismi e velleitarismi (gli egoismi non sono mai stati nostri), che hanno fin qui impedito alla destra italiana di riunirsi e incidere fattivamente nelle scelte politiche necessarie all’Italia del Terzo millennio: questo cerchiamo.

Sulla storia e sulle radici (che non c’è necessità di mettere in discussione) si impostano i germogli per il futuro, ma a foglie nuove e frutti si deve ambire, altrimenti -direbbe F.T. Marinetti-, “passatisti”.

 Luca Romagnoli per la Destra Sociale