Gli italiani parlano sempre di democrazia ma in realtà le istituzioni si comportano realmente in modo corretto e giusto?

In questi giorni di crisi governativa in Italia, abbiamo purtroppo assistito al peggio che la politica del nostro paese potesse offrire.
Purtroppo, quando le circostanze non coincidono con i determinati assiomi, molti uomini politici non esitano a comportarsi al contrario di quanto affermano. Per una parte politica infatti si è democratici solo quando si è dalla loro parte, a dimostrazione del fatto che per qualcuno è doveroso demonizzare chi la pensa in modo diverso: è il caso dei “compagni” della sinistra giallorossa la quale si è rivelata una vera e propria barzelletta italiana (sono sotto gli occhi di tutti i video delle interviste che vede gli alleati del nuovo esecutivo battibeccare uno contro l’altro).

Noi della Destra Sociale, coerenti con i nostri principi, al riguardo faremo sempre opposizione: con lo striscione appeso stanotte vogliamo ribadire come la libertà di pensiero sia una ricchezza e non una limitazione.

Gianmario Muggiri – Destra Sociale Sardegna

Fondi (LT) – Giovani d’Italia denuncia il degrado al Palazzetto dello Sport

Dopo il recente atto vandalico, ci ritroviamo a parlare del palazzetto dello sport.
Giovani d’Italia Fondi ha ricevuto diverse segnalazioni da alcuni cittadini.
Il luogo, molto frequentato da sportivi e non, mostra zone dove l’incuria ne fa da padrone.
Fili della corrente senza alcuna protezione, rifiuti ingombranti e la mancanza di telecamere di sicurezza caratterizza in negativo questo plesso che, secondo Giovani d’Italia Fondi, andrebbe valorizzato, creando nuove opportunità per i giovani della nostra città.
Commenta così il coordinatore del gruppo “Giovani D’Italia Fondi” Mario Marcucci:
“E’ necessario che chi di dovere si metta subito al lavoro per porre fine ad una situazione divenuta intollerabile, programmando la loro manutenzione nel tempo, in modo da garantire ai cittadini e ai visitatori quel decoro che dovrebbe essere la caratteristica fondamentale di una città, ma che oggi, qui come altrove, è quasi del tutto inesistente!”

Intanto sulla scia di tutto questo, continua insistente la raccolta firme con Destra Sociale Fondi , contro il degrado e l’abbandono della città.

Mario Marcucci – Coorrdinatore Giovani d’Italia – Fondi (LT)

Nuovo Governo, di professione ballisti!

Fra alcune ore sapremo se davvero il governo  giallorosso potrà prendere il largo e iniziare il suo percorso. Lunedì  dalla Camera e soprattutto martedì dal Senato, gli italiani, incollati alle televisioni, pubbliche e private,vivranno in diretta la nascita o meno di un governo nazionale, nato nel modo più incredibile e inusuale dal 1948.

I numeri al momento parlano chiaro: alla Camera dei Deputati , ove la somma tra 5 Stelle e Partito Democratico più cespugli vari, la maggioranza non appare in discussione.  Diverso sarà al Senato, dove questi non sono ampissimi e dunque in teoria potrebbero essere presenti senatori, sia di centrosinistra che pentastellati che in modo palese manifestino contrarietà verso una alleanza politicamente  innaturale. Da  una analisi più approfondita, inerente i Cinque Stelle, vediamo pure che gran parte dei parlamentari e del suo stesso elettorato, scrostato il giallo si arriva al rosso vivo. Dunque più che parlare di un esecutivo  giallorosso, dobbiamo intenderlo come governo rosso-rosso. Cioè il più a sinistra della vita repubblicana italiana.  Un Movimento post ideologico, ma anche post valoriale (nel senso che non ne ha mai avuto né l’uno né l’altro, insomma il nulla) che si allea con un partito che solamente 15 mesi fa gli italiani hanno bocciato in massa. Batoste elettorali per entrambi che sono continuate in tutto questo periodo nelle regioni e nei comuni dove si è votato, ma anche alle europee.  Partiti stra-battuti  e in minoranza da tempo tra gli elettori italiani, accomunati però dalla brutta voglia di poltrone, danno origine all’imbroglio politico più grosso di sempre. Per i penta stellati,  poi, creati  da un personaggio che di professione fa il comico, non poteva che finire per loro in una pagliacciata.

Giornalisti di parte, professori reclutati dalle università italiane ed estere in tutte le trasmissioni in modo indegno e senza confronto, con l’aggiunta di costituzionalisti sconosciuti ai più, hanno pontificato come un mantra a giustificare la vergogna, che trattandosi di una repubblica parlamentare, la nostra, i governi possono nascere e avere vita direttamente nelle due Camere. Cosi alla meglio, fregandosene di quello che hanno raccontato ai loro stessi elettori, emuli  del prestigiatore Silvan, raccattano 340 deputati  e 165 senatori e un governo qualsiasi può nascere.  Cioè siamo peggio che nelle repubbliche delle banane.  Questi parlamentari così zelanti, non sono stati eletti, viceversa,  sulla base di un programma ben definito e in partiti che per ovvie ragioni sono diversi tra loro?  Come si spiega, ancora, se nella campagna elettorale si è stati avversari e poi in parlamento ci si allea? A quale gioco portano l’Italia questi ballisti di infimo grado?

Spiace che anche il Presidente della Repubblica  abbia avallato tale scelta di partiti perdenti. Alcuni di questi, e purtroppo pure altre alte cariche dello stato, hanno evidentemente tenuto conto più della volontà di stati stranieri, che puntualmente si intrufolano nel libero esercizio della volontà  italiana, che degli interessi nazionali e della democrazia di casa nostra. Con la conferma di essere, il nostro, uno a sovranità zero. Non era questo certamente il desiderio  di chi in buona fede ha accettato con convinzione nel passato la nascita della unione tra stati europei. Cosi come non possiamo più tollerare il disprezzo che subiscono i cattolici non allineati al pensiero corrente, buonista quanto peloso, da parte di una porzione del clero, che farebbe bene a pensare di più alle anime che a fare politica attiva,divenendo così ultras di visioni etiche, morali e sociali dannose e partigiane, per gli stati e la stessa Chiesa.

Il vento  della ribellione in Europa comunque cresce sempre più. Basti vedere il dato elettorale ultimo nelle due regioni tedesche, della Sassonia e del  Brandeburgo, dove la destra nazionalista è arrivata ad insidiare  apertamente i grandi partiti storici e governativi come la CDU e la SPD. Se questo avviene significa che la politica economica, sociale e migratoria sino ad ora ha fallito il suo obiettivo. Non saranno i Macron, le Merkel o i Sassoli e loro sodali di turno a bloccare l’avanzante pensiero europeo più tradizionale e serio.  Anziché perdere tempo ad insultare chi la pensa diversamente dagli inetti eurocrati, pensino a come migliorare le condizioni di vita dei popoli europei, ad iniziare dalla loro stessa sicurezza. La soluzione, al momento, della crisi di governo ha emesso  anche un altro interessante verdetto. L’ex e neo Capo di Governo, presidente Giano bifronte, occuperà per sempre la postazione di essere stato il peggior trasformista politico della storia italiana dal 1861.

Leonardo Rocco Tauro  – Assemblea Nazionale FDI

Fondi (LT) – Torna l’incubo incendi nel sud pontino

Durante la mattinata di sabato volontari e vigili del fuoco sono stati impegnati con due elicotteri , per domare le fiamme che ormai avvolgono le montagne tra Itri e Fondi. Solo in giornata verso le ore 13:00 sono riusciti ad aprire al traffico la viabilità tra le due cittadine, bloccata per motivi di sicurezza.
La Destra Sociale di Fondi che aveva già interpellato l’Ente Parco su altre questioni,( senza però ricevere mai risposta) non demorde e torna a chiedere: “perché non é stata effettuata una efficace opera di prevenzione, in una zona peraltro già colpita da incendi dolosi? Dove sono i fantomatico droni, preannunciati, per il controllo del territorio competente?”Le elezioni si stanno avvicinando e con l’auspicato insediamento di nuovi amministratori, la Destra Sociale “chiede” che coloro che non sono in grado di svolgere il lavoro per cui sono pagati con i soldi della comunità, vengano rimossi e sostituiti da chi saprà custodire le inestimabili risorse naturalistiche del nostro territorio.

Alberto Di Fazio – Destra Sociale Fondi (LT)

Aprilia (LT) – Topolino alla Festa di San Michele?

Il giorno dopo che è stata annunciata la Cantante Loredana Berté alcuni cittadini Apriliani del centro hanno trovato una nuova sorpresa, un bellissimo Topo dentro il secchio dell’umido. Noi abbiamo pensato che forse il Comune ha voluto invitare anche il famoso topo della Disney Ratatouille. Una questione che va avanti da troppo tempo, oltre a pensare ai festeggiamenti bisogna anche dare una bella disinfettata alla Cittá che ogni giorno si sveglia con belli e brutti avvenimenti. Per questo che La Destra Sociale é vicina ai cittadini e ci mettiamo a disposizione per fsre sentire la propria voce. Invitiamo l’Amministrazione a prendere provvedimenti e dare una bella lustrata alla Cittá anche in Onore del Santo Patrono.

Roberto Malvezzi – Destra Sociale Aprila (LT)

Degrado Villa Gordiani, Sperduto: “E’ un’area archeologica e come tale deve essere trattata”

ROMA – “Nel cuore del V Municipio, lungo via Prenestina, c’è un’area archeologica di straordinaria bellezza storica-artistica: si tratta del parco dei Gordiani. Dispiace vedere il degrado e l’incuria in cui versa questa storica villa romana, appartenuta alla famiglia imperiale dei Gordiani, con un importante patrimonio monumentale databile tra II e IV secolo. L’unica soluzione praticabile è inserire finalmente la villa nel circuito turistico capitolino, ossia procedere a riqualificarla e riservarle il posto che merita quale sito archeologico, con tutti i servizi annessi. Ciò comporterebbe il dotare anche la villa di un sistema di vigilanza, diurno e notturno, pur lasciandole la connotazione di area verde pubblica che da sempre la contraddistingue quale punto aggregativo dell’omonimo quartiere”, dichiara in una nota Simone Sperduto, responsabile di Destra Sociale per il Municipio V di Roma.